Eresia della felicità – Le 5 giornate di Milano

64′ / ITA / HD / 2016
Un documentario di: Alessandro Penta
Aiuto regia: Andrea di Gangi
Montaggio di: Alessandro Penta
Color correction: Filippo Boni
Sound design: Luca Pagliano e Andrea di Gangi
Musiche originali di: Simone Marzocchi
con: Marco Martinelli, Fausto Malcovati, Thomas Emmenegger, Simone Marzocchi,
200 adolescenti provenienti da: Milano, Ravenna, San Felice sul Panaro (MO), Santarcangelo di Romagna (RN ), Reggio Emilia, Seneghe (OR ), Napoli e Scampia, Lamezia Terme (CZ ), Bergamo, Belgio e Senegal.

Una produzione: Olinda, Teatro delle Albe/ Ravenna Teatro, Ravenna 2015 capitale della cultura

SINOSSI / SYNOPSIS:
Un plotone di 200 adolescenti in maglia gialla diretti da Marco Martinelli ha imbracciato i versi
del poeta russo Vladimir Maiakovskij, scritti quando lui pure era un giovane ribelle e sentiva
la tempesta nell’aria. E’ successo nel luglio 2015, per cinque serate,
di fronte al Castello Sforzesco.
Il documentario racconta la costruzione di Eresia della felicità, punto di arrivo del ventennale lavoro teatrale e pedagogico della non-scuola del Teatro delle Albe, attraverso le potenti immagini del “coro” che ha invaso la città di Milano.

Each face is a romance, each face tells a story” says Marco Martinelli while direct a gang of of 200 teenagers in yellow T-shirts taking up the verses of the Russian poet Vladimir Majakovski, written when he too was a young rebel and felt the storm brewing. It was last July in Milan, for five evenings, in front of the Sforza Castle.
This film recount the construction of Heresy of Happiness, the major landmark of the twenty-years theatral and pedagogical work of Non-Scuola of Teatro delle Albe from Ravenna.

STORIA DEL PROGETTO:
“Abbiamo chiamato una delle iniziative Eresia della Felicità perché l’immagine di un plotone di bambini e adolescenti (duecento) che invade la città leggendo le liriche di Majakovskij dice proprio questo: quanto la felicità possa essere rivoluzionaria, scandalosa.”
Ermanna Montanari, attrice del Teatro delle Albe.

Eresia della felicità ha al suo centro il lavoro che il Teatro delle Albe/Ravenna Teatro porta avanti da vent’anni con gli studenti delle scuole superiori attraverso l’esperienza della non- scuola. Negli anni questa pedagogia teatrale, basata sull’energia degli adolescenti capace di far scaturire l’arte scenica, ha generato un movimento teatrale che ha visto a Ravenna migliaia di giovani appassionarsi al teatro e rivitallizzare in profondità la cultura teatrale della città. A partire dal 2001 la non-scuola ha cominciato a seminare anche altrove i suoi principi di un teatro fatto con i giovani e legato alle periferie del mondo: Marco Martinelli (fondatore e direttore artistico del Teatro delle Albe/Ravenna Teatro) e i suoi attori hanno lavorato con adolescenti di tutto il pianeta, da Chicago a Caen, da Dakar a Milano, da Conegliano (Tv) a Lamezia Terme, da Mazara del Vallo a Rio de Janeiro, da Mons fino a Napoli-Scampia.

Eresia della felicità a Milano arriva dopo tre tappe importanti:
La prima, nel luglio 2011, all’interno del festival Santarcangelo 41 diretto da Ermanna Montanari, la seconda nel 2012 a Venezia, nel progetto Giovani a Teatro della Fondazione di Venezia e la terza nel 2014 a New York con gli adolescenti di Manhattan.

FESTIVAL:
Milano Film Festival 2016 – Evento speciale
Cabudanne de sos poetas – Seneghe 2016